VITA OFFSHORE

 

 

 

Vita  SU UNA PIATTAFORMA PETROLIFERA

 

 

Sicuramente molti sapranno che il lavoro su una piattaforma petrolifera off-shore è un lavoro molto molto duro, tuttavia molto ben remunerato.

Pochi, però, sanno come si ottiene un lavoro nel settore petrolifero off-shore.

Il termine Off-shore, letteralmente “Fuori Riva”, sta ad indicare tutte la attività inerenti all’estrazione del petrolio e gas dal mare.

 

Generalmente esistono due tipi di Piattaforma Petrolifera, ossia quelle galleggianti e quelle fisse.

Le Competenti autorità di vigilanza hanno emanato apposite direttive inerenti ai requisiti di cui deve    essere dotato il personale in servizio sulle Piattaforme galleggianti.

Ciò significa che tutto il personale deve avere frequentato con ottimo profitto dei corsi di addestramento sulle misure di sicurezza e non solo.

Le squadre stazionarie sulle Piattaforme fisse frequentano corsi differenti, della durata di 1 – 6  settimane.

 

 

CONDIZIONI DI LAVORO

 

Le differenze tra un lavoro tradizionale sulla terraferma ed il   lavoro sulle piattaforme petrolifere sono notevoli.

Anche il fattore rischio salute è di conseguenza maggiore.

Di norma si lavora in turni di 12 ore. Il numero delle giornate lavorative sulla piattaforma è variabile: solitamente sono 16, cui fa seguito una pausa di 15/24 giorni.

Ma ciò varia da parte a parte del mondo.

Il personale alloggia in camere di livello standard normale per 2 -4 o più persone. Queste condizioni di lavoro risultano più pesanti di qualsiasi altro lavoro sulla terraferma che consente serate e    fine settimana liberi. Per questo motivo, dunque, è opportuno ponderare se stipulare in un primo momento un contratto a breve termine, che sarà possibile prolungare in qualsiasi      momento se le cose vanno secondo le proprie aspettative.  L’ eta’ minima per poter lavorare su una piattaforma è di 18 anni, dopo avere prestato il servizio di leva. Il lavoro incide  notevolmente sulla condizione psico-fisica del personale.

 

L’estrazione petrolifera non è un lavoro sicuro al 100%.

L’ambiente è molto rude, il lavoro è estremamente duro.

L’incidenza degli infortuni è relativamente alta, anche se le  misure di sicurezza vengono strettamente osservate.

Suona duro lavorare 12 ore al giorno per 16-21-40  giorni consecutivi sulla piattaforma, eppure molto viene fatto per rendere il tempo il più gradevole possibile.

 

 

       TUTTO CIO’ CHE OCCORRE SAPERE SULLE PIATTAFORME PETROLIFERE OFF-SHORE

 

 

Le piattaforme si distinguono in galleggianti e fisse. Le galleggianti vengono di solito utilizzate per le trivellazioni di prova.

Quelle fisse possono essere destinate alla trivellazione oppure alla produzione, in quest’ultimo caso, fungono al tempo stesso da raffineria.

Dalle piattaforme fisse è possibile realizzare in un   arco di tempo di 3 – 5 anni da 20 a 40 trivellazioni circa.

Oggigiorno esistono anche piattaforma combinate,   ossia destinate sia alla trivellazione che alla produzione.

Per immaginarsi una piattaforma, si pensi ad una   piccola fabbrica con diversi reparti, p.e. per la trivellazione, la lavorazione del liquido trivellato e la trasformazione del greggio.

Esistono, inoltre, sale per la distribuzione dell’energia, depositi per il materiale e le attrezzature, sale di ritrovo e locali per uso abitazione ecc.

Le piattaforma moderne e le cosiddette isole hotel hanno raggiunto livelli standard di lusso.

 

 

 

LE DIVERSE CATEGORIE PROFESSIONALI SU UNA PIATTAFORMA PETROLIFERA

 

Una squadra si compone come segue:

·  4 – 6 Roustaboat, manovali, paragonabili a quelli in servizio sul ponte di una nave.

·  3 Roughneck,

·  1 caposquadra del personale ausiliario

·  1 gruista

·  1 assistente gruista

·  1 driller, trivellatori, manovra la trivella e lavora sul luogo della trivellazione

·  1 assistente trivellatore

·  1 aiutante attrezzi

·  1 Rig Superintendent, capotrivellatore

 

 

MANUTENZIONE

Ingegneri, Saldatori, Elettricisti, Meccanici, Contabili

 

SERVIZI

Geologi, Cuochi, Camerieri, Piloti elicotteri, Radiotelegrafisti, Tesorieri

 

PRODUZIONE

Depurazione, trattamento e lavorazione del greggio.

 

 

IL LAVORO SULLA TRIVELLATRICE

 

La squadra ausiliare sbriga tutti i lavori sul ponte   della piattaforma, per esempio porge il materiale   necessario, come le aste di trivellazione, prepara il fluido di trivellazione e svolge i lavori di manutenzione e cura.

I Roughneck e i Driller assemblano i pezzi delle aste di trivellazione, lunghi 9 metri.

La trivellazione avviene in 55 spessori diversi. Il   primo tubo ha un diametro di 75 cm, l’ultimo di 17,5 cm.

Ultimata la trivellazione, vengono inseriti, e quindi cementati, i tubi ( Casing ), onde evitare collassi   delle formazioni perforate.

Dopo di ciò, la trivellazione procede passo dopo passo in piccole sezioni trasversali. Durante la fase di     trivellazione viene pompato verso il basso, attraverso i tubi, del liquido cui viene data la giusta consistenza mediante l’aggiunta di diverse sostanze chimiche.

Nel Mare del Nord le perforazioni raggiungono gli 8000 m di profondità. La loro durata dipende essenzialmente dal tipo di fondale.

 

 

IMPOSIZIONE FISCALE E PENSIONAMENTO

 

I redditi prodotti dal personale in servizio sulle piattaforme petrolifere sono soggetti all’imposizione fiscale vigente in loco e non a quella dei Paesi di origine del personale stesso.

Può essere utile, pertanto, rivolgersi ad un consulente fiscale del Proprio paese.

  

RETRIBUZIONI ED ALTRI SUSSIDI

 

Le retribuzioni corrispondono a quelle pattuite tra i sindacati e gli imprenditori. Esse sono notevolmente maggiori rispetto a quelle per attività equivalenti sulla terraferma.
Un Roughneck, per esempio, guadagna circa 2500   EURO al mese, mentre un driller ne guadagna circa 5000.
Geologi Consulenti con diversi anni di esperienza, Company Man, OIM ( Offshore Installation Manager ), ed altre figure diringenziali, riescono anche a guadagnare dai 1000  ai 1600 Euro al giorno.
 
Ogni impresa mette a disposizione dei propri dipendenti gli abiti da lavoro: vitto, alloggio e diversi servizi, per esempio quello della lavanderia, sono gratuiti.
Il cibo è di livello internazionale elevato. Quattro   volte al giorno vengono offerti diversi piatti a scelta. Su ogni piattaforma è severamente vietato l’uso di alcolici.
 
Il trasferimento da e per le piattaforme avviene quasi in tutte le parti del mondo a mezzo elicottero.